Menu

Kit per distillare il whisky

È arrivata all’ improvviso la stagione del proibizionismo, come negli Stati Uniti dei ruggenti Anni Venti e nessuno vi ha avvertito? Niente di così drammatico e nemmeno di così fuorilegge: quello che vi proponiamo è un kit per distillare il whisky invecchiato e senza correre il rischio di essere scambiati per Al Capone!

Kit per distillare il whiskyIl desiderio del fai da te, che interessa vari campi dal giardinaggio alla culinaria al noto bricolage, incontra il vasto mondo dei prodotti alcolici: che soddisfazione nel preparare del delizioso whisky con il kit per distillarlo seguendo i propri gusti personali e sperimentando anche aromi inusuali, e nell’ attesa – che è parte integrante del piacere – che il distillato si trasformi nel prezioso nettare; e infine il giusto orgoglio nell’ avere prodotto qualcosa di unico con le proprie mani. Un risultato che si potrà toccare con mano, anzi col palato!

Ti piace? Lo trovi qui

Perchè ci piace

Il kit per distillare il whisky può diventare un elemento valorizzante se ben inserito nell’ arredamento, per esempio in un ripiano nella sala da pranzo nelle vicinanze della zona bar, o in taverna, dove trova il suo habitat naturale: il suo design richiama non solo nella forma a botte ma anche nel materiale – legno del Kentucky – una calda atmosfera da vero angolo da degustazione per intenditori.

Il tempo di invecchiamento del whisky, grazie all’ alta percentuale di legno presente nel barile che ne agevola notevolmente il processo, va da pochi giorni a vari mesi, a seconda del gusto e del risultato che si vuole ottenere: è comunque un procedimento estremamente semplice e volendo veloce, e sarà sufficente seguire le istruzioni e i suggerimenti contenuti nella confezione per non incorrere in errori.

E al termine della cena in cui siete finalmente riusciti a raggruppare la famiglia o i vostri amici, il vostro whisky saprà un’ originale sorpresa! Un piccolo accorgimento: stampate un’ etichetta simpatica per la vostra personale produzione di whisky!

Kit per distillare il whisky

Idea regalo fai da te

Un regalo per chi

L’ occasione? Un anniversario di fidanzamento o di matrimonio, o una ricorrenza altrettanto sentita come il Natale, o per sottolineare un evento importante come è certamente una promozione sul lavoro: il kit per distillare il whisky è un’ idea regalo fai da te decisamente mirata verso il vostro lui, che presta sempre molta attenzione al dettaglio di classe che possa rivelarsi utile sia come complemento d’ arredo per la sala da pranzo o la taverna sia per poter offrire con giusta soddisfazione un buon whisky prodotto con le proprie mani ad amici a parenti.

Un’ idea regalo in occasione della festa del papà che non sia la solita cravatta, che ormai giace sconsolata insieme a quelle degli anni precedenti nell’ armadio?! Se vostro padre non è proprio un convinto astemio, ma al contrario è un amante e un fine conoscitore di alcolici, il kit per distillare whisky sarà per lui un graditissimo presente e il possibile inzio di un hobby davvero interessante.

Anche nella cerchia delle vostre amicizie è sicuramente presente un appassionato e quale miglior regalo per lui per sottolineare un evento importante della sua vita?

Perfetto anche per un amico amante del whisky fatto in casa e dell’hobby del fai da te.

Alcuni utili suggerimenti

La botte del kit per distillare whisky può essere riutilizzata varie volte. Nel kit per produrre whisky sono presenti 2 bottiglie di distillato alcolico, questo ne limita la vendita ai maggiori di 18 anni.

Caratteristiche tecniche del kit per distillare il whisky:

  • Materiale botte quercia del Kentucky
  • Capacità delle botte superiore ad 1 lt
  • Dimensioni botte 15,5 x 12 cm
  • Dimensione doghe botte 14 x 11 x 3 cm

Nella confezione troverete:

  • Botte
  • 2 bottiglie da 500 ml di distillato di puro malto
  • Cavalletto sorreggi botte
  • Imbuto

Ti piace questa idea regalo fai da te? Lo trovi qui

Aiutaci a condividere questo post. Grazie!Share on FacebookPin on PinterestShare on Google+Email this to someoneTweet about this on Twitter